Articoli settimanali

Articoli settimanali

Approfondimenti settimanali dei post pubblicati sulla pagina facebook Pronto Soccorso Psicologico Italia.

21 Novembre 2023

Chi sono i papà?

Il padre è la più antica, la prima e, per il bambino, l’unica autorità, dalla cui onnipotenza hanno avuto origine nel corso della storia delle civiltà umane, le altre autorità sociali. E’ così che Freud definisce la figura paterna e, se ci pensiamo, gli effetti che ha - oggi - il rapporto col padre sullo sviluppo dei figli, non è affatto diverso da come lo ha descritto Freud anni fa. Quella che segue è una brevissima rassegna storica sull’evoluzione della figura paterna nel tempo, sino ad arrivare alla definizione di “paternage” tipica dei giorni nostri.
15 Novembre 2023

Il difficile rapporto genitori/ figli adolescenti

Abstract Adolescence is a complex and complicated phase that affects the entire family. Family balances change suddenly, and children definitively leave the world of childhood to enter a world of uncertainties and doubts. Parent figures are no longer the only reference model and become uncomfortable because they are perceived as controllers. For these reasons, the relationship itself is called into question, and the task for parents of educating and managing children becomes increasingly difficult. Conflict, therefore, is essential because only through conflict/challenge with parents can the adolescent lay the foundations for acquiring greater independence. Indeed, the conflict must be well managed to avoid degenerating into an endless clash that does not bode well. In this regard, this examination will report a series of valuable strategies for parents to adequately deal with the daily challenges faced by adolescents and overcome and/or counteract conflicts to understand them or at least try to manage them better. Riassunto L'adolescenza viene considerata una fase molto complessa e complicata che investe di fatto, tutta la famiglia. Gli equilibri familiari cambiano in modo repentino e i ragazzi escono definitivamente dal mondo dell’infanzia, per entrare in un mondo di incertezze e dubbi, in cui le figure genitoriali non sono più unico modello di riferimento e diventano scomodi perché percepiti come controllori. Per tali ragioni, la stessa relazione viene messa in discussione e il compito per i genitori di educare e gestire i ragazzi diventa sempre più arduo. Il conflitto, dunque, è essenziale perché solo attraverso lo scontro/sfida con i genitori l'adolescente può gettare le basi per acquisire una maggior indipendenza. Certamente il conflitto va ben gestito se non si vuole degenerare in uno scontro senza fine che non promette nulla di buono. A tal riguardo, in questa disamina si riporteranno una serie di strategie utili ai genitori per fronteggiare in maniera adeguata le sfide lanciate quotidianamente dagli adolescenti e superare e/o contrastare i conflitti al fine di comprenderli o lmeno cercare di gestirli meglio.
8 Novembre 2023

LA RELAZIONE GENITORI-FIGLI DURANTE L’INFANZIA

Diventare genitori è una delicata fase di transizione che implica una ristrutturazione della propria identità, interessando in questo caso sia il singolo individuo, sia e soprattutto la coppia genitoriale che dovrà impegnarsi per dedicarsi in primis alla crescita della nuova creatura generata, ristabilendo e mantenendo, nello stesso tempo, però l’equilibrio della coppia coniugale. Il come verrà affrontata questa transizione dai neo-genitori avrà sicuramente delle ripercussioni nella relazione con il proprio bambino durante l’infanzia e non solo. L’equilibrio psicofisico dei genitori è fondamentale in qualsiasi fase di crescita,ma in particolar modo durante l’infanzia, in quanto è in questa tappa dello sviluppo dell’individuo che la relazione instaurata con le figure principali di accudimento, condizionerà l’intero processo di identificazione e individuazione del bambino, ponendo le basi per il graduale incremento e raggiungimento della capacità di regolazione emotiva fondamentale anche per il riconoscimento e la gestione delle future relazioni.   
26 Ottobre 2023

Genitori-figli: analisi e possibile risoluzione dei conflitti.

Quando i figli crescono il rapporto con i genitori si evolve naturalmente e le dinamiche che si innescano cambiano radicalmente. È naturale dunque che nascano dei conflitti tra madre/ figli o padre/ figli. Litigare con i genitori in età adulta può causare tensione e apportare conseguenze anche sulla salute mentale dei membri della famiglia. Al fine di limitarne le conseguenze, in questa disamina, a partire dall'influenza che lo stile di attaccamento ha sulle relazioni familiari, si approfondirà nello specifico, il come mai si genera il conflitto familiare/generazionale e gli eventuali interventi per la sua risoluzione.
18 Ottobre 2023

Essere genitori oggi

La realtà storica in cui ci troviamo è caratterizzata da intensi cambiamenti socio-culturali, da un sempre più progressivo e rapido sviluppo tecnologico e da condizioni di vita sempre più frenetiche e logoranti. Questi mutamenti epocali hanno avuto un certo effetto sulla famiglia, soprattutto sul rapporto uomo-donna, sulla responsabilità materna e paterna e anche sul rapporto tra genitori e figli. Dal punto di vista educativo siamo di fronte ad una vera e propria modificazione repentina culturale, una rottura che si spiega con il rifiuto di tramandare alle generazioni successive i saperi, i valori, la memoria storica, il credo religioso e perfino il linguaggio, rimpiazzato da forme di comunicazione più misere; in poche parole, si assiste ad un rifiuto totale dell’autorevolezza e della tradizione. Attualmente si protende a colpevolizzare la famiglia, ma è importante aver presente che i giovani vivono in un contesto in cui i metodi educativi proposti dalla famiglia vengono stabilmente screditati o condannati e nel quale ciò che importa realmente è quello che viene prospettato dai mass media, dai social, da internet, dalla società, spesso non corrisponde con i valori importanti per la famiglia. Quindi essere i genitori oggi è molto difficile. Il tema della genitorialità e dei modelli familiari è sempre più flessibile e articolato. Si sente spesso parlare del rapporto genitori-figli, ma raramente ci fermiamo a pensare sui cambiamenti affrontati negli ultimi anni.
11 Ottobre 2023
genitori figli

Genitori-figli: un rapporto fondamentale per la crescita dell’individuo

A detta di Recalcati il mestiere del genitore è un mestiere «impossibile». Ma è veramente così? Genitore ci si diviene non si nasce ed oggi rispetto  a ieri "i compiti" genitoriali sono cambiati e sono divenuti più complessi e articolati. In quest'articolo si analizzeranno  partendo dalla consapevolezza che si può fallire, gli elementi che possono favorire o meno il generarsi di un buon rapporto genitori/ figli e come si può pur consapevoli della nostra imperfezione tendere a divenire " buoni genitori" .
26 Settembre 2023

Bopo: Body positivity

Nel 1935, Schilder definiva l’immagine corporea come l’immagine del proprio corpo nella propria mente, ovvero il modo in cui il corpo appare a se stessi. Ogni giorno,i fruitori dei social network come Instagram, Facebook o TikTok sono sottoposti ad una quantità smisurata di stimoli che ritraggono donne. La maggior parte di esse è raffigurata in immagini sessualizzate e nello stesso tempo rappresentano i regolari ideali di bellezza. Negli anni novanta nasce un  movimento atto a ostacolare questo tipo di immagini: il Body positivity. Questo movimento ha come scopo quello di  potenziare  ogni corpo, in prevalenza quello femminile. Il confrontarsi con questi stimoli ha permesso alle donne di accedere ad un processo di auto-oggettivazione e di confronto sociale, con effetti negativi sul benessere personale. Il presente lavoro su base della produzione letteraria scientifica di riferimento, analizzerà quali effetti ha avuto sulle donne l’esposizione di queste agli stimoli di body positivity e all’ ideale di bellezza.
19 Settembre 2023

Il corpo violato: dall’esperienza emotiva a quella corporea

Quando una persona subisce un trauma è consequenziale che la mente e il corpo risentano del "colpo" subito. Nella violenza sessuale la donna che ha subito un abuso avverte un malessere interiore che non può prescindere dal trauma fisico, perché noi abitiamo il nostro corpo e, al tempo stesso, abitano in lui moti fisici di sangue, ossa, organi, che non si esauriscono nella loro descrizione fisiologica ma che creano rimandi e intrecci con la nostra esperienza emozionale e psichica. Attraverso un excursus sul corpo, come luogo, spazio e tempo, come corpo violato, in quest'articolo si vuole indurre il lettore, ad una riflessione sulla sua compromissione in gravi danni e/o traumi, come ad esempio l'abuso sessuale e sul come nel processo di rielaborazione dell'abuso, al fine di "guarire" non si può non prescindere dal corpo e non considerarlo parte strettamente interconnessa alla nostra mente-cervello.
13 Settembre 2023

Il corpo violabile: una riflessione sulla violenza di genere

La concezione secondo la quale le manifestazioni del corpo umano non siano determinate da leggi naturali o universali, ma piuttosto sottoposte alle influenze del contesto storico di riferimento, è una tesi pienamente accettata da tutte le discipline sociali. Ma c’è un ambito, di particolare rilevanza, che è stato poco approfondito e che riguarda il ruolo che ha assunto, e che assume il corpo nella violenza di genere. La breve disamina storica che segue, ha l’obiettivo di mettere in luce l’evoluzione della percezione del corpo femminile e maschile in relazione ai diversi periodi storici.
5 Settembre 2023

Alle origini del benessere psicologico: tra mancanza, desiderio ed eudaimonia

La ricerca sul benessere psicologico ha origine antiche e ancora oggi il concetto  aristotelico di eudaimonia che letteralmente, significa “essere in compagnia di un buon demone” che, in apparenza, indica che il benessere può essere raggiunto da chi possiede una buona sorte. Per Aristotele  il benessere non corrisponde alla ricerca del piacere ma è il bene ultimo dell’uomo. Per raggiungerlo bisogna essere Agathoi    cioè diventare persone valide al fine di raggiungere il massimo grado di benessere ovvero l’eudamonia intesa come un’attività “dell’anima in accordo con l’eccellenza”.  Il presente lavoro partendo dalla considerazione che il benessere corrisponde ad una ricerca, a una tensione, un desiderio verso una felicità perduta   analizza le ricerche condotte in questo campo con una particolare attenzione alla prosocialità. Ciò che forse è mancato alle ricerche condotte nel campo dell’eudaimonia forse è ciò che Aristotele indicava come anima ovvero come qualcosa che precede la stessa esistenza individuale che dovrebbe essere ricercata all’interno della generatività e della storia generazionale.
29 Agosto 2023

Sleep Texting

Oggigiorno, sempre più giovani sono colpiti da una nuova preoccupante sindrome chiamata sleep-texting, letteralmente "messaggio di sonno". Con tale termine ci si riferisce all'uso del telefono cellulare per inviare messaggi di testo rimanendo addormentati. Tale comportamento quasi automatico di rispondere ai "messaggi di testo" durante la notte interrompe il sonno e nel lungo termine provoca non pochi danni alla salute soprattutto degli adolescenti. In quest'articolo si analizzeranno i vari disturbi del sonno e si indagherà sulle origini e sul perché accade il fenomeno dello sleep-texting. Lo sleep-texting è realmente una parasonnia o è semplicemente un comportamento errato che influisce negativamente sulla qualità del sonno e conseguentemente sulla vita delle persone e degli adolescenti che sono considerati i più suscettibili a tale fenomeno?
24 Agosto 2023

Violenza di gruppo: alla ricerca degli alibi

E’ ormai assodato che normalità e anormalità si situano lungo un continuum e, quindi, se vogliamo veramente cambiare dobbiamo prendere coscienza dei nostri comportamenti quotidiani senza invocare nessun alibi ma, piuttosto, trovare il modo di costruire un nuovo umanesimo che attenzioni maggiormente i legami umani. Aristotele sosteneva che l’anima è il contenitore del corpo : un corpo senza anima è un qualsiasi oggetto da consumare e buttare cosi come hanno fatto i ragazzi di Palermo. Di questo tipo di cultura siamo tutti colpevoli nessuno escluso.